略過以前往內容

Il Mandorlo, nella campagna umbro-toscana

Il Mandorlo出租的整套房子
6位3間臥室6張床3間衛浴
整套房源
您可獨享整個獨棟房屋。
Casa di recente restaurata immersa nel verde delle colline umbre al confine con la Toscana. Tre stanze con bagno privato, piscina, giardino, barbecue e quanto necessario per un pò di relax lontano dal frastuono della città. Ampia, spaziosa e soleggiata, la casa è il luogo ideale per perdersi nel fascino della campagna umbro-toscana. Comoda per raggiungere facilmente Orvieto, Città della Pieve, Perugia, Assisi, Siena, le Terme di San Giovanni Rapolano e Parrano, il Lago Trasimeno, Firenze, etc...

房源空間
Tre comode stanze con bagno privato, due delle quali con bagno in stanza, una cucina equipaggiata di tutti i comfort e una piscina di recente costruita, garantiranno privacy e relax agli ospiti che desiderano passare del tempo immersi nel verde della campagna umbro-toscana

房客使用權限
Gli ospiti hanno accesso alla cucina, agli spazi antistanti la casa, al balcone e al giardino con piscina.

其他注意事項
Comoda per raggiungere facilmente Orvieto, Perugia, Assisi, Siena e le sue terme, Firenze, etc...e perdersi nel fascino della campagna umbra e toscana.
Di seguito il portale turistico dell'Umbria, disponibile in diverse lingue tra cui italiano, inglese e tedesco, https://www.umbriatourism.it/it/web/umbria/scopri-l-umbria

Qui l'Orvietano, dove si trovano Ficulle e Orvieto, https://www.umbriatourism.it/orvietano.

A dieci minuti di macchina dalla casa, si può trascorrere una giornata diversa presso il Parco Termale "Bagno del Diavolo" a Parrano, https://www.umbriatourism.it/-/l-acqua-termale-di-parrano?p=/paesaggi-d-acqua&t=Paesaggi%20d%27acqua

Qui il Trasimeno, dove si trovano Città Della Pieve e Castiglion del Lago, https://www.umbriatourism.it/trasimeno

Qui l'Assisano, dove si trova Assisi con i famosi dipinti di Giotto, https://www.umbriatourism.it/assisano

E se vuoi andare al mare, una comoda navetta, in partenza da Ficulle, sarà al tuo servizio, di seguito il link con gli orari, buon divertimento: http://www.fsbusitalia.it/cms-file/allegati/fsbusitalia/umbria/03_Extra_Terni_Ann_Bacino3.PDF
Casa di recente restaurata immersa nel verde delle colline umbre al confine con la Toscana. Tre stanze con bagno privato, piscina, giardino, barbecue e quanto necessario per un pò di relax lontano dal frastuono…

床型資訊

臥室1
1 張 1.4 米寬雙人床
臥室2
2張 1 米寬單人床
臥室3
2張 1 米寬單人床

設備與服務

建築物內免費停車
廚房
無線網路
游泳池
室內壁爐
熨斗
方便筆電工作空間
衣架
未提供:一氧化碳警報器
未提供:煙霧警報器

選擇入住日期

若您住宿一週,房東會提供10%折扣;月租折扣則為15%。
入住
選取日期
退房
選取日期

5星中的5.0星,來自6則評價
5.0(6則評價)

乾淨度
準確性
溝通
位置
入住
性價比

地點

Ficulle、翁布里亞(Umbria)、義大利

San Cristoforo fa parte del comune di Ficulle, in provincia di Terni, nella regione Umbria. Vicino a Siena, Orvieto, Firenze e Perugia...
La frazione o località di San Cristoforo dista 1,61 chilometri dal medesimo comune di Ficulle di cui essa fa parte. La frazione o località di San Cristoforo sorge a 465 metri sul livello del mare. Tra Ficulle e la frazione di S. Cristoforo si trova la chiesa della Madonna delle Grazie, nota anche come Cappuccini: il convento e la chiesa furono edificati fra il 1580 e il 1587 sul luogo dove già esisteva una piccola cappella dedicata alla Madonna del Giglio. Nella costruzione fu utilizzato il materiale proveniente dalla vecchia chiesa e dal convento di S.Francesco al Monte, incendiati nel saccheggio del 1351 e, una volta terminato, il convento fu abitato dai frati Cappuccini, che vi restarono fino al 1863. Una statua nel cortile della chiesa ricorda il passaggio di San Francesco d'Assisi nel territorio di Ficulle. In questo convento durante dei viaggi dimorarono alcuni papi (come ricordato nella lapide affissa nella “stanza dei papi“). A S.Cristoforo è presente anche una piccola chiesetta dedicata alla Natività della Vergine Maria.


Eventi
- Cantamaggio
Il Cantamaggio è un rito pagano le cui origini si perdono nella notte dei tempi e che inneggia all’arrivo della bella stagione. Fino a qualche decennio fa all’imbrunire dell’ultimo giorno d’Aprile, squadre di contadini partivano cantando per un lungo giro nelle campagne, allora densamente abitate, che si concludeva all’alba; questa antica tradizione contadina consisteva nel cantare, in quartine, testi composti in modo estemporaneo che contenevano apprezzamenti e commenti irriverenti sui componenti delle famiglie coloniche. Tutte le famiglie visitate offrivano pane, cacio, uova e soprattutto vino, rendendo i cantori sempre più “allegri”, sosta dopo sosta, fino all’ alba. Oggi il Cantamaggio viene rivisitato in modo diverso, per lo più all’interno delle mura castellane. I maggiaioli coinvolgono curiosi e turisti in un coro collettivo, accompagnati da fisarmoniche e organetti,in giro per il borgo con soste lungo le vie e le piazze del paese dove gli abitanti, insieme alla Pro Loco, allestiscono dei piccoli rinfreschi a base di dolci, cacio, fave ed immancabile vino ristoratore.

- Ficulle "In Rock" Festival
Il panamense Billy Cobham in concerto a Ficulle durante l'edizione 2013. Vi si svolge ogni anno il “Ficulle In Rock Festival”, a cavallo tra luglio ed agosto, nell'anfiteatro naturale del Parco Pubblico. Nel corso degli anni si sono esibiti numerosi artisti di fama nazionale ed internazionale (Marlene Kuntz, Frankie hi-nrg mc, Don Airey, Clive Bunker, Richie Kotzen, Uli Jon Roth, Eric Martin, Rezophonic, Shandon, Maurizio Solieri, Vallanzaska, Paul Di Anno, Carl Palmer, Jennifer Batten, Billy Cobham).

- Calici di Stelle
Ad inizio agosto nel borgo medioevale eventi, concerti e degustazioni legate all'enoturismo di qualità.

- Olio DiVino
In occasione della festa della Madonna della Maestà (21 novembre), il fine settimana si tiene la manifestazione Olio DiVino con taverne, mercato e degustazioni dei prodotti tipici del territorio ficullese.

- Festa del Patrono S.Eumenio - 18 settembre
Dal tardo medioevo, il 18 settembre, a Ficulle, si festeggia il patrono S. Eumenio. È una festa religiosa, storica e civile, organizzata dal Comitato e dalla Parrocchia, insieme alle Associazioni e con il patrocinio del Comune, un appuntamento in grado di rafforzare il senso di appartenenza, far riscoprire le memorie storiche e valorizzare il presente costruendo il futuro. È una festa singolare e particolare: oltre a Ficulle, non ci sono infatti altri paesi o parrocchie in Italia che hanno come patrono Sant’Eumenio. Questo Santo, nell’VIII secolo, fu vescovo di Gortina nell’isola di Creta, dove operò l’apostolato e numerosi prodigi per i quali venne chiamato Il Taumaturgo, cioè capace di miracoli. I festeggiamenti civili hanno una serie di iniziative ricorrenti e molto care ai ficullesi, tra cui le parate delle morti secche, la staffetta di Sant’Eumenio lungo le antiche mura del paese, le tradizionali taverne nel centro storico con specialità della cucina locale. La storia di questo Vescovo “lontano” si intrecciò con quella di Ficulle, grazie ad un evento miracoloso che salvò la popolazione da un lungo ed estenuante assedio: nella notte tra il 17 e il 18 settembre centinaia di fiaccole misteriose comparvero sulle mura castellane, facendo desistere i nemici che, spaventati, le ritennero soldati di guardia al castello. Quando tutto sembrava perduto, con la popolazione esausta ed affamata, un patronus, intervenne per rispondere alle preghiere di invocazione e di aiuto, di protezione, conforto e salvezza. I ficullesi di allora, la mattina seguente, grati per il miracolo ricevuto, cercarono il loro protettore tra i Santi festeggiati il 18 settembre: lo individuarono nel Vescovo Eumenio, che oltre al titolo di Taumaturgo, era citato come “Fiaccola luminosa di dottrina”. Questi suoi epiteti non potevano lasciare dubbi. Ficulle e Sant’Eumenio da allora divennero esempio icastico del significato più vero di patronus, in un rapporto di affidamento e protezione spontaneo, nato non da una condizione di schiavitù, bensì da una piena espressione di libertà.

- La Processione del Venerdì Santo e le Confraternite
La Processione del Venerdì Santo, la cui origine affonda le radici in tempi lontanissimi, è tra le cerimonie religiose, una delle più sentite dalla popolazione ficullese; un rito solenne, partecipato, particolarmente suggestivo e coinvolgente. Il corteo, seguendo il ritmo cadenzato dei tamburi, si snoda tra le caratteristiche stradine e i vicoli del centro storico, al chiarore di fiaccole e luci che squarciano il buio degli angoli più tipici del paese. Storia e tradizione si fondono nella presenza di ben cinque confraternite ognuna con le proprie insegne, stendardi e vesti di colori diversi. Imponenti e spettacolari le croci, che richiedono in chi le trasporta forza e abilità; alcune molto antiche e pesanti, simili a tronchi di albero, altre con vetri policromi illuminate da ceri accesi all’interno. Figura singolare e un po’ inquietante, il Cireneo, vestito di bianco, con il cappuccio calato sul volto a difendere un rigoroso anonimato: a piedi scalzi incede con pesanti catene che mandano rumori sinistri ad ogni passo. Chiude il corteo il feretro di Gesù, sormontato da un maestoso baldacchino di velluto nero ornato di decori, seguito dalla statua della Madonna Addolorata. La processione del Cristo morto ha mantenuto nel tempo l’aspetto di un rito tradizionale, autentico, senza indulgenze verso le logiche del folklore, rispettando la sacralità di un fatto centrale della nostra fede religiosa.
San Cristoforo fa parte del comune di Ficulle, in provincia di Terni, nella regione Umbria. Vicino a Siena, Orvieto, Firenze e Perugia...
La frazione o località di San Cristoforo dista 1,61 chilometri dal…

房東:Il Mandorlo

加入時間:2014年3月
  • 6則評價
  • 嚴選房源
住宿期間
Disponibile e sempre reperibile per rispondere alle domande e alle richieste degli ospiti, sarò discreto e assolutamente non invadente, evitando ogni interazione e presenza non discreta.
  • 回覆率: 90%
  • 回覆時間: 1天內
為了確保您的付款安全,切勿透過Airbnb網站或應用程式以外的方式進行匯款或聯絡。

注意事項

《房屋守則》
入住時間:下午12:00後
退房時間:下午12:00
禁止吸煙
允許攜帶寵物